TEMPORARY BLOG

sei dirigenti in cerca d’autore

Occupandomi da poco di Talent Acquisition in Manager A Tempo Srl, con l’intento di organizzare una squadra di Temporary Manager Professionisti di alto profilo, devo ammettere che l’elenco di Dirigenti in cerca d’identità che si candidano per intraprendere questa professione è già molto lungo.

Molti ricorderanno la famosa tragedia di Luigi Pirandello dove gli attori non riuscivano a rappresentare il dramma reale dei Personaggi. Molti ex Dirigenti d’azienda che si affacciano al temporary management sono un po’ come questi attori. Spaesati, disorientati, alla ricerca del proprio Personaggio.

Non avendo nessuna pretesa di aiutare chi è alla ricerca di una nuova identità professionale, penso possa essere utile invece non accentuare il dramma pirandelliano delineando cosa non è il temporary manager. 

NON È UN PARCHEGGIO DI SOSTA

Fare oggi il Temporary Manager non è un parcheggio di sosta dove generalmente il dirigente d’azienda si ferma in attesa di nuove opportunità.

Devo essere sincero. Ancora oggi dopo qualche anno faccia fatica ad accettare l’idea che dei manager d’azienda abituati a gestire centinaia di dipendenti e ad affrontare le battaglie più dure nei mercati internazionali, rimangano totalmente disorientati da un improvviso e brusco stop della loro carriera.

Essere soggetti a licenziamento o a dimissioni forzate è oggi abbastanza normale per chi ricopre ruoli apicali all’interno delle organizzazioni aziendali private e pubbliche. Spesso capita per motivi che sono totalmente slegati dalla qualità del proprio lavoro.

Tra le casistiche più comuni che possono interrompere la carriera di un manager vi sono:

  1. Acquisizioni: la nuova proprietà preferisce un proprio manager di fiducia
  2. Fusioni: si accentrano le deleghe e i poteri su un unico manager
  3. Cambio dell’assetto societario per morte di un socio di maggioranza, per vendita di quote, per entrata di nuovi soci: le deleghe possono essere conferite ad altri manager
  4. Passaggio generazionale o entrata dei membri di famiglia nei ruoli apicali
  5. Visione strategica non più allineata con quella dell’imprenditore o del CdA
  6. Ristrutturazione o Turnaround: il cambio del manager riflette il bisogno dei stakeholder di ritrovare un clima di fiducia e di netto cambiamento con il passato

Subire un licenziamento e il modo in cui viene talvolta fatto per cause che non sono direttamente imputabili al manager può apparire un trauma psicologico difficile da accettare e metabolizzare.

Ma ciò che fa la differenza in un manager consapevole delle proprie capacità è accettare questo fatto e tramutarlo in una rinascita professionale quali ad esempio l’avvio di una propria attività imprenditoriale, l’accettazione di nuove sfide professionali e intellettuali, l’intraprendere carriere manageriali vendendo il proprio know how in ambito più funzionale come ad esempio il Temporary Manager Professionista.

NON È UNA PROFESSIONE PER VECCHI MANAGER

Il Temporary Manager non è una professione per vecchi manager in pensione o prossimi all’età pensionabile. La tendenza nei Paesi in cui è avvalorata la figura del Temporary Manager quali Inghilterra, Francia, Germania emerge come siano sempre più le fasce più giovani a intraprendere questa professione.

Il metro di misura per valutare un temporary manager non è l’anzianità ma i risultati che ha ottenuto in passato, le esperienze che ha vissuto, le competenze che ha accumulato. 

NON È SOLO PER MANAGER DI SUCCESSO

Essere un Temporary Manager di successo non presuppone essere stato un buon manager in passato. Oltre alle competenze ed esperienza vi sono anche caratteristiche personali e psicologiche che non tutti possiedono soprattutto quanto vi sono situazioni di stress da gestire.

E poi che cosa significa essere stato un manager di successo? Come lo misuriamo? Come lo identifichiamo? Un manager di successo è colui che sa tagliare costi e personale oppure è colui che sa fiutare le opportunità di business, sviluppare l’azienda creando nuovi posti di lavoro? 

NON È PER MANAGER SENZA ETICA

Gli interventi di temporary management necessitano di profili etici elevati poiché in tempi piuttosto brevi si gestiscono informazioni delicate e sensibili. Al centro della missione c’è sempre l’azienda e non i propri interessi personali. 

NON È PER MANAGER GELOSI

La missione del Temporary Manager è quella di raggiungere i risultati richiesti facendo crescere contemporaneamente le persone che collaborano con lui. L’essere geloso delle proprie competenze mette in forte pericolo la riuscita del progetto o il buon risultato dell’incarico. Il Dirigente abituato in azienda a difendere la propria posizione e a vivere con la paura che qualcuno lo possa “scalare” deve fare una profonda rivoluzione interiore affinché possa intraprendere con successo la carriera di Temporary Manager Professionista.

Perché il rischio è che alla fine tutto finisca in tragedia. Come è avvenuto nel dramma pirandelliano, dove il Personaggio (il nostro ex Dirigente d’azienda) oltre a perdere la propria identità (la carriera di manager) non riesca neppure a comprendere i motivi dei mancati risultati come Temporary Manager.

 

Marco Zampieri
Temporary Manager Professionista
Specializzato in Direzione Generale | Direzione Commerciale
Passaggio Generazionale | Gestione del Cambiamento
marco.zampieri@manageratempo.com

 

Foto tratta da metropolitanmagazine.it

Condividi l'articolo
Autore: Marco Zampieri
Pubblicato il 09 / 07 / 21

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER

Rimani sempre aggiornato sul mondo del Temporary Management!
Ricevi gratuitamente tutte le News, Eventi, Convegni, Video, Articoli e Case Histories.

* campi obbligatori



Seleziona come può contattarti Manager a Tempo:
Email
Potrai disiscriverti in ogni momento da questa newsletter cliccando il link "Disiscriviti" in fondo ad ogni nostra email. Per informazioni sul nostro trattamento dei dati personali, in conformità con il Regolamento UE 679/2016, visita la sezione dedicata sul nostro sito web.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi