Manager a Tempo® | HR

CHI SIAMO

Manager a Tempo® | HR raggruppa tutti i Temporary Manager Professionisti specializzati nel ruolo di HR Manager, Human Resources Director o Direttori del Personale.

Si tratta di manager senior con oltre venti anni di esperienza maturata in aziende di primaria importanza nazionale e internazionale, industriali e di servizi di diversi settori merceologici, in grado di intervenire tempestivamente nella gestione ordinaria e straordinaria (nuovi progetti, strutturazione della funzione, M&A, ecc.) dell’area HR dell’azienda. Hanno operato in PMI ma anche in aziende di medio-grandi dimensioni.

Tutti i Temporary Manager appartenenti al Team di Manager a Tempo® | HR sono stati selezionati attraverso un rigido processo di validazione interna e partecipano costantemente alle attività della Temporary Academy finalizzate alla formazione continua dei Temporary Manager Professionisti.

CASI DI SUCCESSO E COMPETENZE SUL CAMPO

VUOTO MANAGERIALE IN AREA HR E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO
Settore macchine per il food – Veneto e Lombardia

L’azienda, nata e storicamente cresciuta in Veneto e Lombardia, era appena stata acquisita da una Multinazionale Americana. Il Management dell’azienda incaricato a guidare questo cambiamento rimane improvvisamente senza HR Manager lasciando scoperto il ruolo e le attività necessarie per la gestione quotidiana (HR e Payroll) e straordinaria (cambiamento e interventi organizzativi).

Fin da subito l’obiettivo era analizzare tutti i processi aziendali e suddividerli fra quelli che dovevano rimanere in Italia, quelli afferenti l’area HR Development che dovevano passare in una sede in Belgio e quelli di tipo amministrativo che dovevano essere assorbiti da uno shared services in UK. Nel frattempo assunzione di una figura HR categoria protetta da inserire in sede, formare in ambito Payroll e lasciare poi ad operare in autonomia. L’incarico si è svolto in 6 mesi con l’aggiunta di altri 2 mesi di affiancamento al nuovo HR Permanent. L’azienda in pochi giorni è riuscita ad avvalersi di un HR Temporary Manager, il quale grazie all’esperienza in contesti simili, è riuscito guidare il cambiamento organizzativo senza nessun intoppo per la nuova Proprietà e il Management locale.

SUPPORTO ALL’AREA HR PER TRASFERIMENTO COMPETENZE MANAGERIALI
Settore food & beverage – Lombardia

L’azienda è una PMI leader nel settore del food & beverage. L’area HR necessitava di un Temporary HR Manager con esperienza Senior al fine di analizzare tutti i processi aziendali e proporre nuove procedure migliorative per la gestione delle attività del quotidiano e delle aree HR più legate e temi di HR Development e gestionale. L’incarico di 4 mesi ha permesso all’azienda di acquisire in breve tempo tutte le migliori metodologie oggi in uso con un notevole miglioramento della gestione del personale.

INTRODUZIONE DI UN NUOVO SISTEMA MBO
Settore metalmeccanico – Veneto

L’azienda, grazie ad una politica espansiva generata da varie acquisizioni, è passata nell’arco di un anno da 100 a 400 dipendenti. L’intera organizzazione è stata ridisegnata creando all’interno delle business unit e un primo livello manageriale in grado di gestirle autonomamente. Definito il nuovo assetto organizzativo e manageriale, la Proprietà ha voluto affidare l’incarico ad un Temporary HR Manager per introdurre un sistema MBO (dall’inglese Management By Objectives) o sistema di incentivazione per obiettivi in grado di coinvolgere i singoli manager ma anche i gruppi presenti all’interno delle nuove Business Unit. La Proprietà chiese che l’MBO potesse rispondere a queste semplici caratteristiche:

  • Obiettivo chiari e specifici
  • Obiettivi misurabili, in qualsiasi momento
  • Obiettivi realistici, come lo è lo stile aziendale
  • Obiettivi realizzabili in un tempo ben definito
  • Obiettivi quantitativi e qualitativi.

Il nuovo sistema MBO portò come risultato il coinvolgimento di tutti i dipendenti verso obiettivi comuni favorendo e creando un clima sereno all’interno dell’azienda. Nell’arco del tempo aumentò considerevolmente la collaborazione con nuove idee e soluzione dei problemi, oltre che un aumento della sicurezza del singolo individuo che vedeva premiata la sua capacità propositiva.

CREAZIONE DEL MIDDLE MANAGEMENT
Settore Energia – Emilia Romagna

La crescita interna all’azienda, specializzata nella produzione di impianti per la produzione di energia verde, ha appesantito la struttura creando un vuoto tra la Proprietà e l’intera struttura organizzativa. Oltre ad una mancanza di competenze manageriali c’era anche la necessità di introdurre figure manageriali con una spiccata leadership che fossero in grado di guidare e coinvolgere il personale del proprio ufficio o reparto. Nello specifico i manager da inserire: CFO, Controller, Sales Manager, Marketing Manager, Operation manager, Supply Chain Manager.

L’azienda decise di affidare l’incarico ad un Temporary HR Manager specializzato nell’attività di Talent Acquisition il quale doveva affiancare l’HR Permanent per accelerare la ricerca e selezione dei nuovi manager in azienda. L’obiettivo era sfidante. Nell’arco di un mese tutti i job profile e le ricerche dei nuovi manager dovevano essere aperte per poi nei successivi 2 mesi aver individuato il candidato. Dopo 6-7 mesi dall’inizio del progetto di managerializzazione tutti i manager risultarono essere operativi.

AGGIORNAMENTO E RINEGOZIAZIONE DEGLI ACCORDI SINDACALI
Settore legno – Friuli Venezia Giulia

Dopo oltre 60 anni di storia e di buoni rapporti sindacali interni, l’azienda nel 2021, a fronte anche degli ultimi eventi pandemici, ritiene sia arrivato il momento di aggiornare gli accordi e i regolamenti interni. Con i veloci cambiamenti di mercato e delle aspettative delle persone c’era la necessità di rivedere norme troppo rigide e che ormai avevano fatto la loro epoca. L’azienda aveva bisogno di più flessibilità, di una policy per lo smartworking e di premialità sui risultati. Affidare l’incarico ad un Temporary HR Manager con esperienza nella negoziazione sindacale e con un approccio imparziale durante la trattativa risultò la scelta vincente in quanto si riuscì a riscrivere in breve tempo i nuovi regolamenti dotando l’azienda di strumenti all’avanguardia nella gestione del personale.

REALIZZAZIONE WELFARE AZIENDALE
Settore food – Toscana

L’azienda, leader nella produzione di pasta artigianale è abbastanza unica nel suo genere in quanto mantiene da oltre 70 anni le stesse tradizioni e valori. Le competenze presenti all’interno sono state tramate già da 3 generazioni. La Proprietà e il Top Management durante la pandemia decidono di rivedere il rapporto con tutti i 500 collaboratori, il quale non deve essere solo di natura economica ma anche sociale, rispecchiando così i valori originari aziendali. Si erano accorti infatti, soprattutto con l’ultima generazione, che il rapporto valoriale era cambiato generando una certa distanza con la Proprietà e le tradizioni aziendali. Bisognava intervenire al più presto per saldare e legare ulteriormente le risorse umane all’azienda.

Per farlo hanno incaricato un Temporary HR Manager specializzato in progetti di introduzione e rinnovo dei Sistema di Walfare aziendale, il quale in 4 mesi ha introdotto non solo una serie di componenti previdenziali e assistenziali, ma anche bisogni crescenti di conciliazione, cura e sostegno al reddito che hanno i collaboratori e le loro famiglie. Bisogni che, soprattutto a causa dell’arretramento del ruolo pubblico (e delle risorse disponibili) nel campo del welfare, rischiavano di non trovare risposta.

Il risultato finale attraverso l’introduzione del welfare aziendale è stato da parte dell’imprenditore di attivare tutta una serie di servizi al fine di riconoscere e remunerare anche la soddisfazione di bisogni personali e familiari che esaltano uno scambio arricchito, caratterizzato da una valenza sociale e non monetaria.

DOTARE L’AZIENDA DI UNA MODERNA GESTIONE DEL PERSONALE
Settore manifatturiero – Veneto

L’azienda è una classica PMI manifatturiera con 50 dipendenti e un fatturato di 10 milioni di Euro.

L’incarico richiesto al Temporary HR Manager ha come obiettivo di strutturare e gestire la funzione HR partendo da una situazione di (quasi) green-field. Nello specifico dotare l’azienda di una moderna gestione centralizzata delle Persone attraverso l’acquisizione della fiducia dei responsabili di area e degli imprenditori, per poi attraverso la raccolta delle informazioni, far assorbire la cultura e i valori di impresa.

L’incarico di fractional, nei primi 3 mesi di attività (due giorni la settimana) è consistito in una fase che si potrebbe chiamare “COSTRUIRE PARTECIPAZIONE”: portare avanti tutte le questioni relative all’HR che risultavano pendenti: aperture e chiusure di rapporti di lavoro, tante selezioni, gestione delle aspettative economiche e anche, semplicemente, di ascolto, interviste con tutte le prime linee per comprenderne i bisogni e, di conseguenza, costruire gli strumenti che mancavano, allineare gli obiettivi delle Persone con quelli aziendali comunicandoli periodicamente.

La seconda fase, in continuità contaminata con la prima, nei 9 mesi successivi (un giorno la settimana) è quella della “AZIENDA PARTECIPATA”. Il Temporary HR Manager si è focalizzato nel condividere e disegnare i veri organigrammi aziendali e di area, la policy e gli strumenti di Reclutamento e Selezione, i rapporti con le APL, la policy Job Induction, il Regolamento Interno, la policy Trasferte e Note Spese, l’aggiornamento e integrazione del Codice Etico, la policy di Welfare e i ticket restaurant per il Personale di sede, la policy MBO (molto apprezzata), la policy di Comunicazione Interna, la policy Compensation, la policy Formazione e i rapporti con i Fondimpresa e i principali fornitori associativi, ecc.. E poi la consueta, time spending, gestione ordinaria e di sviluppo e selezione con la soddisfazione di sapere che ciò che si è costruito servirà al futuro, a chi ci sarà al tuo posto e ai lavoratori e lavoratrici che sanno di lavorare in una azienda moderna, gestista allo stato dell’arte (almeno HR).

INTEGRAZIONE DEL PEOPLE CARE IN UNA MULTINAZIONALE VENETA
Settore Tessile – Multinazionale con sede in Veneto

Azienda leader nella manifattura tessile. Ha una struttura di 4300 dipendenti e un fatturato di oltre 430 milioni di euro. Il Top Management sente l’esigenza nel 2018 di avere un HR Manager in grado di gestire il Personale in Italia e all’estero, oltre che le funzione HR già consolidata nei numerosi siti, introducendo nuovi strumenti e la cultura del “People care”.

Approccio quest’ultimo per certi versi rivoluzionario che anticipava gli eventi e le conseguenze dovute alla pandemia e che oggi le aziende stanno affrontando con il proprio personale. Pensiamo ad esempio alla great resignation, nuove aspettative professionali delle Persone, difficoltà nel reclutare a tutti i livelli. Oggi le attività di welfare e people care sembrano (quasi) scontate ma, nel 2018 quando partì il progetto di tre anni di Temporary HR Manager full-time, sembravano inutili sofisticherie di un nuovo direttore.

La cultura di impresa non si cambia radicalmente ma si può modernizzarla, agganciarla ai nuovi obiettivi e, per farlo, bisogna condividere e, anche in questo caso, COSTRUIRE PARTECIPAZIONE conducendo tutte le questioni relative all’HR in una ottica di centralità della persona nell’organizzazione: non più risorsa ma patrimonio.

Oltre alle normali attività di relazioni sindacali, negoziali, industriali e di rappresentanza, di gestione di rapporti di lavoro, delle aspettative economiche e anche, semplicemente, di ascolto, le interviste a tutte le prime linee sono state utili per comprenderne i nuovi bisogni e le potenzialità dell’organizzazione. È importante investire da subito tempo e risorse nelle attività di sviluppo a tutti i livelli perché la formazione comportamentale diventi la leva del cambiamento, dell’allineamento degli obiettivi delle Persone con quelli aziendali.

La fase della AZIENDA PARTECIPATA è quella del mettere a frutto la nuova visione del Personale utilizzando i nuovi linguaggi in grado di metterci al servizio del progetto aziendale e delle Persone, le quali oggi più che mai devono trovare soddisfazioni in ciò che fanno all’interno di un’azienda moderna.

Contattaci per iniziare una collaborazione

La nostra proposta

Dove e come operiamo

INTERVENIAMO QUANDO LE AZIENDE HANNO VUOTI MANAGERIALI IN AREA HR
in caso dimissioni o interruzione del rapporto di collaborazione con l’HR Manager precedente oppure quando l’azienda non ha necessità di un Permanent a tempo pieno ma vuole introdurre nuove competenze manageriali con modalità più flessibili e sostenibili.
GESTIAMO LE RISORSE UMANE DURANTE LE FASI DI CAMBIAMENTO
primo nascosto
interveniamo con tempestività nella gestione delle Persone durante situazioni di cambiamento che può vivere l’azienda, quali ad esempio:
  • Passaggio generazionale
  • Crisi e Turnaround
  • Acquisizioni, fusioni, cessioni
  • Entrata di un Fondo di Private Equity
  • Partecipazione di venture capitals, business angels, investitori istituzionali e privati
  • Apertura a mercato azionario
PROGETTI DI CRESCITA CHE PREVEDONO INSERIMENTO DI PERSONALE IN BREVE TEMPO
primo nascosto
supportiamo gli uffici HR nella Ricerca & Selezione del personale in momenti di crescita e sviluppo.
Ci affianchiamo nel definire la Job Description, la collocazione nell’organigramma, l’attivazione della ricerca, la gestione dei Curricula, la selezione e la valutazione dei candidati, la creazione di una short list di candidati, la stesura del contratto e la sua formalizzazione.
PROGETTI DI SVILUPPO DEL TOP & MIDDLE MANAGEMENT
primo nascosto
supportiamo il management aziendale nel percorso di crescita e sviluppo aziendale.
Il focus specifico è posto sul modello di competenze chiave aziendale e sullo sviluppo dei manager all’interno dell’organizzazione mediante l’individuazione degli strumenti più idonei e all’attivazione di un mix di azioni integrate finalizzate alla individuazione delle linee evolutive manageriali, alla valutazione ed allo sviluppo delle Risorse.
PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE PIANI FORMATIVI E SISTEMI DI SVILUPPO DEL POTENZIALE
affianchiamo le aziende nella costruzione di piani di sviluppo che rispondano alle scelte strategiche dell’azienda e alle necessità di presidio dei fattori competitivi.
AFFIANCHIAMO MANAGER JUNIOR PER TRASFERIRE COMPETENZE E LEADERSHIP
agevoliamo e acceleriamo la crescita di giovani HR manager all’interno delle aziende trasferendo competenze ed esperienze accumulate da oltre 20 anni.
HR CHECK-UP (4 GIORNATE)
attiviamo un’analisi di verifica dello stato “AS IS” inerente la gestione delle risorse umane. Individuiamo le criticità e le opportunità, definiamo soluzioni e strumenti innovativi per il miglioramento dell’organizzazione e delle risorse umane coinvolte (TO BE).
CHECK-UP PER LA NUOVA GESTIOEN DEL PERSONALE (4 GIORNATE)
attiviamo un’analisi per verificare se sono presenti o meno in azienda i nuovi strumenti di gestione delle Persone: flessibilità, obiettivi, Sistema MBO, benessere e welfare. Verifichiamo quanto è applicato e definiamo le aree scoperte dove andare ad intervenire.
CHECK-UP PER UNA NUOVA PARTECIPAZIONE DELLE PERSONE AGLI OBIETIVI AZIENDALI (4 GIORNATE)
valutiamo gli strumenti premianti e il modo di comunicare dell’Impresa alle Persone per un nuovo modello di ingaggio, comunicazione e gestione orientato a flessibilità, obiettivi da raggiungere (Sistema MBO) e welfare.
CHECK-UP PER DEGLI ACCORDI AZIENDALI (4 GIORNATE)
primo nascosto
valutiamo gli accordi dell’Azienda, sindacali e regolamentari, e contemporaneamente individuiamo quali potrebbero essere soluzioni vantaggiose (bozza nuovo accordo di 2° livello o Regolamento) e azioni giuslavoristiche correttive, integrative o novative.
Condividiamo e presentiamo al sindacato e/o a tutte le prime linee dell’Azienda la bozza del nuovo accordo, per seguire poi la formalizzazione e attuazione.
CHECK-UP ORGANIZZATIVO (4 GIORNATE)
primo nascosto
analizziamo l’organizzazione dell’Impresa partendo dalle sue Persone (organigramma, definizione delle principali Job Descriptions, formazione continua, Modello 231, approccio Lean, ecc.).
Individuiamo I colli di bottiglia decisionali e i punti di forza, ciò anche in relazione alle attese dei clienti e degli enti certificatori e di controllo. Definiamo una proposta organizzativa e di azioni correttive per colmare gli squilibri.
OPERIAMO IN MODALITÀ FULL TIME PER PERIODI DI TEMPO LIMITATI (6-24 MESI)
ci assumiamo la responsabilità dell’area HR e supportiamo l’imprenditore o l’investitore, con deleghe e poteri definiti, nella gestione strategica e operativa.
OPERIAMO IN MODALITÀ PART TIME O FRACTIONAL PER QUALCHE GIORNO A SETTIMANA O MESE (2 o 3 GIORNATE A SETTIMANA PER 3-12 MESI)
in occasione di Progetti speciali o di supporto alla PMI nella gestione del personale che richieda un profilo manageriali senior in area HR non a tempo pieno e con un costo sostenibile.

Hai bisogno di un nostro intervento?

(*) Campi obbligatori

IL TEAM DI MANAGER A TEMPO® | HR

IL TEMPORARY BLOG DI MANAGER A TEMPO® | HR

Il well-being nel contesto lavorativo

Il well-being nel contesto lavorativo

Un caso pratico gestito da Manager a Tempo® “Da quasi 30 anni lavoro per le Persone e per le aziende, dapprima come Direttore HR e ora, da sette anni, come HR Interim/Temporary Manager” - racconta Stefano Pozzi. “Manager a Tempo per me è diventato un riferimento e un...

Facility Manager, chi era costui?

Facility Manager, chi era costui?

Dare una definizione non è semplice, traducendo dall’inglese si potrebbe dire "colui che gestisce le facilities". Ma cosa sono le facilities e come si gestiscono? C’è una norma, la ISO 41011:2017, che per la prima volta cerca di esprimere lo scopo dell’attività di...

Un Manager: “Se fallisco sarò pronto a rialzarmi?”

Un Manager: “Se fallisco sarò pronto a rialzarmi?”

Ultimamente visito molte aziende e parlo con numerosi manager. Chi mi conosce mi dirà che lo facevo anche prima. È vero, ma grazie alla mia nuova attività nell’ambito del Temporary Management è cambiato il motivo dell’incontro. Se prima dovevo trovare delle soluzioni...

Un imprenditore: “Ho fallito. Ma non per questo sono un fallito”

Un imprenditore: “Ho fallito. Ma non per questo sono un fallito”

Il concetto di fallimento (d’impresa) sta cambiando finalmente! Da sempre il fallimento, a differenza dei Paesi Anglosassoni e nordamericani, è stato concepito in Europa, e soprattutto in Italia, in modo del tutto negativo. Sappiamo tutti invece che i più grandi...

Un agosto all’insegna della trasparenza

Un agosto all’insegna della trasparenza

D. Lgs. 104/2022 e le nuove sfide per le aziende   Qualche settimana fa, nella placida quiete estiva, tra una coda in autostrada per raggiungere la spiaggia più vicina e un salto al negozio sotto casa per comprare la crema solare, in Gazzetta Ufficiale è stato...

Iscriviti alla
newsletter

Rimani sempre aggiornato sul mondo del Temporary Management!
Ricevi gratuitamente tutte le News, Eventi, Convegni, Video, Articoli e Case Histories

Newsletter

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi